A Bologna gli Italian sporting games

Una giornata di tornei ed esibizioni per far conoscere e praticare una ventina di discipline sportive non olimpiche. Domenica 6 settembre Bologna si riempie di colore con la seconda edizione degli Italian sporting games, che trasformeranno il prato dei giardini Margherita in una grande palestra a cielo aperto.

Tra le società presenti ci saranno il Bologna Rugby 1928 con le sue squadre giovanili, la polisportiva San Mamolo, la polisportiva Pontevecchio con l’atletica leggera e non solo, i Bradipi per il basket in carrozzina, la Pallavicini con il wheelchair hockey, lo Sport Village con il carate, la palestra Regis per la boxe e il Cab con la lotta.

Non mancheranno orienteering, football americano, tennis, ultimate frisbee, tchoukball, la disciplina orientale del falun dafa, il fit-fighting e il sitting volley. Spazio anche all’arrampicata sportiva, con l’albering, il paraclimbing e lo special climbing, con una forte presenza da parte del Comitato paralimpico, che con la nuova presidente regionale Melissa Milani ha sposato gli Italian sporting games.

Tutte le società sportive proporranno esibizioni e daranno la possibilità di poter praticare il loro sport in completa sicurezza, assistendo e consigliando coloro che ancora stanno scegliendo la disciplina da praticare durante la prossima stagione.

Ma la novità di questa edizione degli Italian sporting games sarà la staffetta della solidarietà Emil Banca: dalle ore 10 alle 18 una staffetta continua e aperta tutti, che si potrà fare correndo o anche solo passeggiando, darà la possibilità ad Ageop e Avis di guadagnare 10 euro ad ogni giro completato dai partecipanti.