A Frasssinoro il Campionato italiano CIP di sci di fondo e biathlon

Ha preso il via venerdì 22 febbraio la diciottesima edizione dei Campionati italiani CIP di sci di fondo e biathlon che quest’anno si svolgono a Frassinoro, in provincia di Modena. La manifestazione, organizzata dal Dipartimento n. 5 del CIP (Comitato italiano paralimpico) e dal Comitato regionale CIP dell’Emilia-Romagna in collaborazione con il Comitato organizzatore del Comune di Frassinoro, ha visto in questa prima giornata delle tre in programma una quindicina di concorrenti darsi battaglia sulla pista da fondo di Boscoreale.
La gara, che si è svolta in tecnica libera, cioè a passo di pattinaggio, è iniziata puntualmente alle ore 11. La prima concorrente sulla linea di partenza è stata Dorothea Agetle (GS Disabili Alto Adige) categoria sitting donne, che ha percorso tre volte il circuito per un totale 7,5 km. facendo le due soste regolamentari, al termine del primo e del secondo giro, per i cinque tiri con la carabina ad aria compressa su bersagli posti a 10 metri. Buono, anche se non eccezionale per i suoi standard, il risultato finale della pluricampionessa di Torino 2006, che comunque porta a casa un medaglia.
A seguire la categoria sitting uomini con al via Roland Ruepp (GS Disabili Alto Adige), anch’egli atleta paralimpico di Torino 2006 ed in procinto di partire per i campionati del mondo che si svolgeranno in Norvegia la prossima settimana. A distanza di un minuto l’uno dall’altro prendono il via anche Enzo Masiello (Sportdipiù Torino), terzo nella classifica assoluta di Coppa del Mondo, e Fabrizio Bove (Sci Club Etna), sicuramente il concorrente che ha fatto più strada per partecipare a questi Campionati Italiani, reduce dalla gara di Coppa del Mondo svoltasi a Tesero, in Val di Fiemme. Il miglior risultato finale è per Masiello che conclude in 21:07,55 con 5 bersagli abbattuti, seguono in classifica Ruepp (22:56,90) e Bove (31:03,08).
Al via anche la squadra del Gruppo Sportivo Non Vedenti Bolzano: primeggia Lorenzini P./Fabrizi A (guida) che termina in 20:40,05, lo segue a ruota Gatscher F./Sartori B. in 21:07,02, in terza posizione, penalizzato soprattutto dalla non felice prova di tiro, Tommasini R./Murer S. in 21:37,96. Ultimi a prendere il via è la cat. standing uomini e donne. Per la categoria maschile vince l’oro il velocissimo Ernesto Vinante (Sportabili Predazzo) che, nonostante i soli tre bersagli abbattuti, termina in 18:53,00; argento per Nicolò Nibale (Oltretutto 97) che da un’ottima prova di tiro a segno facendo 8 centri su 10 e chiude in 19:48,83; doppietta sul podio per la Sportabili Predazzo che si aggiudica anche il bronzo con Andrea Bonello (29:37,07).
Applauditissima infine Pamela Novaglio (Val Canonica) che con l’eccezionale prova di tiro di 9 centri ed un solo errore, si porta a casa l’oro con il risultato finale di 19:24,20. Pamela, che dopo un incidente sugli sci, ha perso l’uso dei un braccio, ha partecipato alle paralimpiadi invernali di Torino 2006 e si allena assiduamente già da qualche anno, sia sulle piste innevate delle Alpi, sia frequentando il poligono di Brescia dove ha iniziato a tirare proprio per poter partecipare alle gare di biathlon.

Nel pomeriggio, in piazza Miani a Frassinoro, grande sfilata con tutti i concorrenti, i tecnici e gli accompagnatori delle varie società, e cerimonia d’apertura dei Campionati. Presenti sul palco, fra gi altri, il sindaco di Frassinoro Elio Perazzi, il presidente del Cip Regionale Gianni Scotti, l’assessore allo sport del Comune di Modena Stefano Vaccari, il presidente nazionale Cip Sport Invernali Massimo Bernardoni, il consigliere del Cip regionale Massimo Giannotti e il consiglire del Cip Nazionale Dipartimento 5 Sport Invernali Giancarlo Piscitello.