A Nonantola si va “a cavallo senza barriere”

A lezione dai “disabili e dai bambini”. Domenica 23 maggio, il maneggio Equilandia Club di Bagazzano, frazione di Nonantola in provincia di Modena, organizza la seconda edizione di “A cavallo senza barriere”. L’iniziativa è organizzata da Anffas Onlus Modena e da Equilandia Club in collaborazione con Fise Emilia-Romagna, Comune di Nonantola, Coni Emilia-Romagna, Croce rossa Italiana (sezione di Modena), Panathlon Modena e CIP Emilia-Romagna.

L’evento si terrà sabato dalle ore 9.00 alle 13.00 sul campo dell’impianto in via Brascaglia 41, dove 25 cavalieri circa – disabili e non – cimenteranno i loro talenti equestri. “Non è ippoterapia – spiega Lisa Bertacchini, titolare di Equilandia –, ma un modo per rendere disponibile l’equitazione a tutti. Andiamo oltre il concetto di disabilità, superiamo le barriere come i cavalli superano gli ostacoli. In queste occasioni i ragazzi acquisiscono sicurezza in sé e autostima. Quelli che sono in carrozzina vedono il mondo con occhi diversi e hanno il controllo diretto delle gambe”.

“Non è tanto una questione di abilità o disabilità – aggiunge Fabio Azzolini, marito di Lisa e campione di tiro con l’arco paralimpico –. È bello partecipare insieme alle gare, senza differenza. Andare a cavallo è un divertimento e un modo di fare attività motoria”.

Durante la manifestazione i partecipanti potranno salire su 6 cavalli addestrati. Istruttori specializzati, con il supporto dei volontari della Croce Rossa e dello staff specializzato dell’Anffas capitanato da Benito Toschi, si prenderanno cura dei cavalieri. In caso di maltempo, l’evento verrà rinviato a data da destinarsi.