A Piacenza avanza la pallacanestro senza barriere

In città e in provincia, a Piacenza si fa largo il basket come strumento per l’attività fisica e l’integrazione delle persone con disabilità. Due le nuove iniziative portate a termine dal delegato del Cip Franco Paratici in collaborazione con società sportive e associazioni del territorio.

A Piacenza è stato siglato, con il beneplacito del Comune, un accordo tra l’Assigeco Basket e il Dream Team Special Basket, che permetterà ai ragazzi con disabilità tesserati per il Dream Team di assistere alle gare di serie A2 e a confrontarsi con i tecnici dell’Assigeco. Il Dream Team avrà anche supporto di tipo logistico per quanto riguarda l’uso degli impianti sportivi.

“Nel basket i normodotati non possono gareggiare contro i disabili, e questa è una cosa che bisogna superare, lo sport è fatto per abbattere le barriere – dice Paratici –. Speriamo che questo possa essere un primo passo per farlo, un giorno spero di poter vedere queste due nostre squadre di pallacanestro giocare l’una contro l’altra”.

La seconda iniziativa porta a Fiorenzuola, dove è nata una squadra di basket per gli utenti con disabilità del centro diurno Giardino dei Tigli gestito da Coopselios. La squadra, che si allenerà sulla pista di pattinaggio messa a disposizione dall’associazione Felix Pattinaggio, disputerà il torneo provinciale. “Un’opportunità per questi adulti e ragazzi, maschi e femmine, di vivere lo sport e l’attività ludica di squadra”, conclude Paratici.

Con la cooperativa Coopselios il Cip ha attivato nel piacentino altre squadre a Carpaneto e a Castelsangiovanni. La formazione di Fiorenzuola sarà allenata da Francesco Righi.

Photo credit: Uccassigecopiacenza.it