Arrampicata, quattro atleti bolognesi ai Mondiali di Gijon

Matteo Stefani, Matteo Alberghini, Lorenzo Major e Giulia Poggioli. Sono loro i quattro atleti bolognesi che stanno gareggiando in queste ore al Campionato del mondo di paraclimb in corso a Gijon, in Spagna, fino al 14 settembre. Hanno dai 18 ai 43 anni e concorrono nelle categorie per disabili motori e visivi.

L’atleta di punta della spedizione è Matteo Stefani. Studente universitario tesserato per il Cus Bologna. Nel 2011 ha vinto due ori all’International Paraclimbing Cup Arco, l’anno successivo un oro al campionato europeo di Chamonix e un oro a Laval nella specialità Boulder, mentre a Parigi ha conquistato la medaglia di bronzo.

Matteo Alberghini, 22 anni, tesserato per la Pgs Welcome di Bologna, areggia nella categoria Physical disability (Pd) A, a causa della paralisi di un arto superiore. Neolaureato in ingegneria meccanica, nel 2011 è stato medaglia d’argento nella specialità Speed al campionato del Mondo di Arco e nel 2013 secondo alla coppa del Mondo di Laval per la specialità Boulder.

Anche Lorenzo Major, 43 anni, è tesserato per la Pgs Welcome Bologna e gareggia nella categoria Sitting, riservata agli atleti in carrozzina. Veneto di nascita ma emiliano di adozione, è uno sportivo molto eclettico.

Giulia Poggioli, 18 anni, è la più giovane atleta della spedizione italiana: tesserata per il Cus Bologna, gareggia nella categoria Visivi B2. Brillante studentessa del liceo classico Minghetti di Bologna, nel 2012 ha conquistato la medaglia di bronzo ai campionati del Mondo di Parigi.

“Il risultato del grande lavoro fatto dalla Federazione italiana di arrampicata sportiva ha portato questi quattro ragazzi a partecipare ai Mondiali – dice Gianni Scotti, presidente regionale del Comitato paralimpico –. Mi auguro che questi atleti portino a casa qualche medaglia, anche perché i requisiti ci sono tutti”.