Ai Campionati di atletica leggera Pistorius e i campioni di Pechino 2008

Tre giorni con il meglio dell’atletica paralimpica italiana in campo, e Oscar Pistorius ospite d’eccezione. Allo stadio comunale di Imola dal 18 al 20 giugno oltre 300 atleti e tecnici hanno preso parte ai campionati italiani open di atletica leggera, organizzati dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico). I tricolori rappresentavano tra l’altro l’ultima occasione per stabilire i risultati utili alla qualificazione ai campionati del mondo dell’International Paralympic Commitee, che si terranno nel gennaio del 2011 ad Auckland, in Nuova Zelanda.

Motivo per cui anche i colori azzurri sono stati rappresentati al meglio dagli atleti che hanno preso parte a Pechino 2008. A contendersi il podio non saranno però soltanto i campioni di casa. A sfidarli arriveranno a Imola anche gli atleti di Azerbaijan, Cipro, Romania, Finlandia, Ungheria, Croazia, Bulgaria, Slovenia, Repubblica Cieca e ovviamente, del Sud Africa, rappresentato da Oscar Pistorius.

“Questa edizione del Campionato Italiano “open” rappresenta un nuovo punto di partenza per l’atletica paralimpica italiana – commenta Luca Pancalli, presidente del CIP – accanto a campioni riconosciuti come la Porcellato, La Barbera, Lippi, Cionna, Cocchi, Nalin e Bernardi, che hanno fatto e ancora rappresentano la storia del nostro movimento, mi auguro di trovare nuovi talenti che sappiano raccogliere, nel futuro prossimo, l’eredità di questi nostri straordinari campioni, visto che, con i Mondiali del prossimo anno in Nuova Zelanda e, soprattutto, la Paralimpiade di Londra nel 2012, l’Italia è attesa da verifiche di rilevante importanza. La partecipazione di una qualificata pattuglia di atleti stranieri, uno su tutti l’amico Oscar Pistorius, rappresenta la ciliegina sulla torta di una manifestazione che, sono certo, saprà regalare momenti di autentico spettacolo”.
“Grazie alla presenza di campioni di alto livello come Oscar Pistorius – dichiara Gianni Scotti, presidente del CIP emiliano-romagnolo – e a quella dei nostri atleti che hanno preso parte alle paralimpiadi di Pechino, i campionati sono stati una testimonianza viva e trainante per gli atleti che si avvicinano adesso alle discipline paralimpiche con sacrificio, passione, agonismo e forza di volontà”.
Tra i medagliati nei Giochi in Cina, Roberto La Barbera, “Il barbaro” , argento nel salto in lungo; Stefano Lippi, amputato, già iridato e argento paralimpico; Walter Endrizzi, bronzo paralimpico nella maratona; Samuele Gobbi, velocista. E’ stata inoltre l’occasione per l’esordio della prima amputata bilaterale italiana, la trentatreenne di origini calabresi Giusy Versace.
Queste le specialità: corsa su pista sprint 100m, 200m, 400m; mezza distanza 800m, 1500; distanza lunga 5.000m e 10.000m; staffetta 4x100m, 4x400m; salto in alto, salto in lungo; lancio del disco, lancio del peso, lancio del giavellotto, clava. La manifestazione è organizzata dal Comitato italiano paralimpico dell’Emilia Romagna e dal Dipartimento atletica leggera del CIP, partner Centro Protesi INAIL di Vigorso di Budrio, con la collaborazione del Comune di Imola, della FIDAL, del comitato provinciale e regionale del Coni, con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, Provincia di Bologna e Comune di Imola. Sponsor dell’iniziativa sono l’Hotel Molino Rosso di Imola e Banca Carisbo
Sul luogo è stata inoltre presente la Commissione classificatori internazionale.