Ferrara, il Galà dello sport premia anche il mondo paralimpico

Le scuole che si sono impegnate per diffondere lo sport per tutti e una figura storica dell’associazionismo ferrarese: il “Gala dello sport”, la manifestazione organizzata dal Coni Point di Ferrara insieme alla delegazione del Comitato paralimpico e le sezioni locali del Panathlon Club e dell’Associazione nazionale atleti olimpici e azzurri d’Italia, ha puntato i riflettori anche sul movimento paralimpico.

Tanti i riconoscimenti attribuiti nel corso della cerimonia al Teatro Nuovo.  Tra i premiati, le campionesse mondiali di ritmica 2017 Alessia Maurelli e Martina Santandrea (a cui è andata la Medaglia d’oro al valore atletico del Coni) e l’esterno della Spal Manuel Lazzari ( “Stella di casa nostra”). Il “Premio Diamante per lo sport”, conferito a chi ha dedicato oltre 20 anni della sua vita all’associazionismo sportivo, è andato a Mauro Borghi, per anni presidente e tecnico del Canoa Club Ferrara e soprattutto anima del Casp, il Centro avviamento allo sport paralimpico, braccio operativo del Cip sul territorio estense.

Premiati anche gli istituti scolastici ferraresi che, aderendo al progetto “Adotta una scuola” promosso dai Lions Club, si sono impegnati in attività di educazione sportiva rivolta in particolare agli alunni con disabilità. Le scuole Alda Costa, Perlasca, De Pisis e Dante hanno coinvolto 980 ragazzi, di cui 59 con disabilità, nella pratica di bocce, canoa, pallamano, equitazione e judo.