Giornata nazionale dello sport paralimpico, 2.000 studenti a Modena

Questa mattina, giovedì 10 ottobre, 2.000 studenti provenienti da tutta l’Emilia-Romagna hanno accolto la fiaccola in arrivo da Mirandola e, insieme alle autorità, hanno acceso il braciere della Giornata nazionale dello sport paralimpico, organizzata al Parco Novi Sad di Modena dal Comitato Italiano Paralimpico con il contributo di Enel Cuore Onlus e il patrocinio di Unicef.

Per tutta la mattinata, i ragazzi dei licei sportivi di Parma e Ferrara hanno accompagnato gli studenti delle scuole elementari attraverso gli stand e le strutture montate al Parco Novi Sad, che hanno permesso ai più piccoli di provare le diverse discipline sportive, dal tiro con l’arco alla pesistica, passando per scherma e tennis in carrozzina.

“La manifestazione è andata molto bene, ma il nostro lavoro non si ferma perché bisogna ancora sensibilizzare la società e la scuola verso lo sport, inteso non solo come sano stile di vita, ma come modo per abbattere la diversità – dichiara il presidente del Comitato paralimpico Emilia-Romagna Gianni Scotti –. Per la Giornata paralimpica del prossimo anno siamo orientati verso la Romagna: abbiamo ricevuto un invito ufficiale da parte della delegazione paralimpica sammarinese, senza dimenticare che nel 2014 sarà Cesena la città europea dello sport”.

La giornata, che si è svolta in contemporanea a Milano, Cagliari, Palermo e Città di Castello (PG), ha celebrato il talento sportivo degli atleti paralimpici, sancendo il diritto all’attività motoria per tutti. Testimonial d’eccezione della manifestazione modenese sono stati Fabio Azzolini (tiratore con l’arco alle Paralimpiadi di Pechino del 2008 e Londra 2012), Massimo Dalla Casa (tiratore nella specialità Carabina alle Paralimpiadi di Londra 2012), l’atleta paralimpico polivalente Lorenzo Major e Andrea Lucchetta, ex pallavolista della nazionale italiana, vincitore di un campionato del mondo e di ben 3 World League consecutive dal 1990 al 1992.

Il 12 ottobre, il Cip Emilia-Romagna proseguirà idealmente la Giornata nazionale dello sport paralimpico con il convegno “Educare con lo sport: una sfida possibile”, organizzato dal Comune di Novellara (Reggio Emilia) dalle ore 9.30, presso il Teatro della Rocca Franco Tagliavini. Oltre a Gianni Scotti, presidente del Comitato paralimpico Emilia-Romagna, saranno presenti numerosi atleti paralimpici: tra tutti, Cecilia Camellini, nuotatrice non vedente vincitrice di due ori alle ultime Paralimpiadi di Londra.