Il Comitato paralimpico dell’Emilia Romagna nel Consiglio Nazionale CIP

“Un importante riconoscimento per i lavoro svolto dalla regione”. Così commenta Gianni Scotti, riconfermato presidente del Comitato paralimpico dell’Emilia Romagna, il proprio ingresso nel Consiglio nazionale del Comitato italiano paralimpico come rappresentante territoriale per l’area Nord. Nel Consiglio nazionale, come rappresentante dei tecnici, siede anche un’altra esponente storica del CIP regionale, Melissa Milani.

“Ciò per cui l’Emilia-Romagna si è distinta nell’ultimo quadriennio nell’ambito paralimpico è l’inserimento delle varie discipline nelle Federazioni competenti e l’intensa attività progettuale”, ha dichiarato Scotti in occasione della conferma alla guida del CIP regionale. A cui sabato è seguita l’elezione nel Consiglio nazionale del Comitato italiano paralimpico.

Il CIP Emilia-Romagna si è fatto promotore negli ultimi anni di una intensa attività sul territorio, grazie a progetti realizzati nelle scuole in collaborazione con gli uffici scolastici, ai protocolli siglati con diverse Università e importanti collaborazioni come quelle con il centro di riabilitazione di Montecatone, il Centro protesi INAIL di Budrio, l’INAIL Regionale e le sedi INAIL provinciali.