La Giornata paralimpica torna in Emilia-Romagna

C’è anche Bologna tra le sei città italiane (le altre sono Palermo, Foggia, Ostia, Sassari e Milano) che, giovedì 5 ottobre, accoglieranno l’undicesima edizione della Giornata nazionale dello sport paralimpico, la manifestazione del Cip, il Comitato italiano paralimpico, per diffondere la pratica sportiva tra le persone con disabilità. Una giornata di prove, incontri e dimostrazioni, a cui sono attesi 2.500 studenti delle scuole primarie e secondarie dell’Emilia-Romagna.

La Giornata paralimpica torna in Emilia-Romagna a distanza di 4 anni dall’ultima volta, a Mirandola e Modena, nel 2013. In via di definizione il programma dell’iniziativa a Bologna, che si celebrerà in piazza Maggiore. Per tutta la mattinata, giovani e meno giovani avranno l’opportunità di conoscere, girando tra gli stand e i campi sportivi allestiti, le diverse discipline paralimpiche: dal sitting volley alla canoa, dal basket in carrozzina alla scherma, dallo showdown (una specialità per non vedenti) allo sci di fondo.

“Abili e disabili potranno mettersi alla prova nei vari sport, calandosi tutti nelle condizioni di gioco delle singole discipline paralimpiche”, anticipa la presidente del Cip Emilia-Romagna, Melissa Milani. “Potranno incontrare allenatori e dirigenti sportivi, capire quali società ci sono sul territorio, ma anche confrontarsi con i diversi campioni della nostra regione”, conclude.