A Modena si fa festa per l’inaugurazione dello Sportvillage

Una giornata all’insegna dello sport per tutti, con alcuni dei campioni appena tornati dalle Paralimpiadi e la possibilità di provare tante discipline sportive. Si chiama “Abilità in azione” l’iniziativa promossa domenica 2 ottobre a Modena dal Comitato paralimpico (Cip) dell’Emilia-Romagna e dalla Uisp, con il patrocinio del Comune di Modena, per l’inaugurazione dello Sportvillage 161, il centro sportivo ex Cnh.

Appuntamento alle ore 10.00 in via Cassiani 161, dove persone disabili e non potranno provare gratuitamente danza, equitazione, nuoto, canoa, basket, scherma, ginnastica, tiro con l’arco, bocce, sci, tennis, calcio, pallavolo e arrampicata. “L’obiettivo è coinvolgere, integrare e arrivare alle famiglie per far capire che tutti possono provare uno sport”, dice Felicia Lo Sapio, delegata modenese del Cip.

Alle ore 15.30, inaugurazione ufficiale dello Sportvillage 161 alle presenza dell’assessore allo Sport del Comune di Modena Giulio Guerzoni, del direttore generale dell’Azienda Usl di Modena Massimo Annicchiarico e dei rappresentanti del Coni e degli enti di promozione sportiva Uisp, Csi e Aics. Con loro la nuotatrice formiginese Cecilia Camellini (che a Rio de Janeiro ha vinto un argento nei 400 stile libero), l’arciere reggiano Fabio Azzolini e lo schermidore bolognese Emanuele Lambertini. Per lo sport paralimpico modenese ci saranno anche lo snowboarder Roberto Cavicchi, il fondista Andrea Mazzucchi e la canoista Juliet Kaine.

“Con questa iniziativa vogliamo dare visibilità a un mondo che con le Paralimpiadi ha avuto attenzione, attenzione che ora però non deve calare”, dice Melissa Milani, presidente del Comitato paralimpico Emilia-Romagna. “È il momento migliore per far sapere che sul territorio modenese esistono tante società sportive accoglienti che possono dare opportunità a tutti” continua Milani.

Lo Sportvillage 161 è gestito da Uisp, Csi, Società Panaro, Polisportiva Sacca e Cedas, che insieme hanno vinto un bando del Comune. “Al suo interno ci sono un campo da rugby, un campo da calcio, la pista di atletica, due campi da tennis e una palestra per l’arrampicata”, spiega Riccardo Sedola della Uisp di Modena.

Il programma della giornata si chiude alle ore 16 con una dimostrazione di handbike e la partenza di una camminata ludico-motoria non competitiva, “a cui possono partecipare tutti, anche chi è in sedia a ruote”, conclude Felicia Lo Sapio.

Locandina dell'iniziativa "Abilità in azione"