Nuoto: exploit dell’Atletico H, 11 titoli italiani

Grande exploit dell’Atletico H ai campionati italiani di nuoto per disabili in vasca corta, lo scorso week-end a Portici (Napoli). Undici i titoli conquistati dai sei alfieri della società bolognese: Niccolò Bensi, Diego Gnesini, Stefania Chiarioni, Francesco Rubino, Simone Cesaroni e Massimiliano “Mamo” Piombo.
Proprio Piombo, campione del mondo nel tiro con l’arco per non vedenti, ha appeso le frecce al chiodo e ha dato il via alla sua nuova avventura, trasformandosi lui stesso in una freccia lanciata in piscina. All’esordio, ha superato le sue più rosee aspettative, aggiudicandosi ben due medaglie d’oro, nei 50 e nei 100 metri stile libero.“La strada è ancora lunga – ha commentato – ma se vado avanti così posso migliorare di molto. Con me, anche Niccolò e Stefania hanno tutte le carte in regola per giocarsi un posto alle paralimpiadi di Londra 2012. Anche gli altri hanno ottime potenzialità”.

Intanto, in attesa di rappresentare i colori azzurri, “Mamo” si gode il risultato: “Siamo un gruppo straordinario, allenato da Daniele Naldi, un ottimo tecnico che sta facendo con noi un lavoro bellissimo”.

Sognando l’acqua britannica, insieme ai suoi compagni, Piombo però non nasconde alcune necessità. “Per allenarci al massimo servirebbero condizioni migliori. Noi nuotiamo alla piscina dello Sterlino, che non è un impianto accessibile. Sono tutti molto disponibili con noi, ma avremmo bisogno di una struttura più adeguata. Ci basterebbe uno scivolo per entrare in acqua”.