Para-badminton, prima storica vittoria per l’Italia con Ferrigno

È arrivata in Spagna ad Alcudia la prima storica vittoria dell’Italia in un torneo internazionale di para-badminton. A firmarla è stato il ravennate 31enne Yuri Ferrigno, che ha centrato il successo superando in due set (21-18; 21-11) lo spagnolo Francisco Motero. L’azzurro è così entrato nel tabellone principale, ma agli ottavi di finale ha dovuto cedere al coreano Dong Seop Lee, testa di serie numero due del tabellone nella categoria WH1.

“Ho conosciuto il para-badminton a un torneo a Modena, dove mi proposero di provare – ha raccontato Ferrigno in una recente intervista –. Inizialmente, mi chiesi: ‘Il badminton? Cos’è?’. Ma poi dissi: ‘Perché no?’. Era un po’ che ero fermo, ma mi sono ritrovato nella realtà che avevo lasciato, quella del tennis, e ho ripreso subito il feeling con la racchetta”. Il passaggio all’agonismo è stato breve, altrettanto veloce l’ingresso in Nazionale.

Tesserato per il Modena Badminton Club, lo scorso novembre Yuri Ferrigno ha fatto il suo esordio internazionale ai Mondiali a Ulsan in Corea del Sud. Con la vittoria ad Alcudia contro Motero, ha conquistato punti importanti nel ranking mondiale che gli permetteranno di continuare a inseguire la qualificazione alle Paralimpiadi di Tokyo 2020, dove il para-badminton debutterà come nuova disciplina.