Piacenza, premiati i campioni di basket e calcetto integrato

Sono stati accolte nella sala del Consiglio comunale di Piacenza le squadre vincitrici dei Campionati provinciali di calcetto e basket integrato, promossi dalla delegazione locale del Comitato italiano paralimpico con il sostegno del Comune (che ha messo a disposizione gratuitamente gli impianti), dell’Ufficio sport e del Centro sportivo italiano.

L’assessore allo Sport Giorgio Cisini ha portato i saluti del Sindaco e si è intrattenuto, più che in un incontro ufficiale, in uno scambio di impressioni dove protagonisti sono stati i giocatori delle due squadre, composte da atleti, disabili e non, di entrambi i sessi.

“Sono molto felice del risultato che abbiamo raggiunto – dice il delegato provinciale del CIP Franco Paratici –: è molto importante essere riusciti a fare questi campionati. Abbiamo coinvolto centinaia di ragazzi, occupando il loro tempo libero in maniera costruttiva. Sono veri e propri campionati, ma vissuti come un progetto educativo ben più vasto”.

Basket integrato. Sei le squadre partecipanti al campionato, suddivisoin due gironi di andata e ritorno e play off. Il Dream Team Special Basket ha vinto entrambi i gironi, conquistando il primo e il secondo posto dopo la vittoria nella passata edizione. Si sono poi classificate, nell’ordine, le squadre Acquarello, Assofa, Primogenita e High School Carpaneto.

I giocatori del Dream Team Basket sono Silvano Anelli, Leonardo Rossi, Alessia Veronesi, Claudio Sartori. Nicholas Marangon, Filippo Vitelmi, Dorinne Yeboah, Manuel Caicedo, Antonio Ricciardi, Florentina Donati,Marcello Tramonti, Jordin Ventimilla, Manuel Ventimilla e Simona Bassi. Allenatori, Claudia Cavenaghi e Stefano Rossi.

Calcetto integrato. Tre le squadre partecipanti e un unico girone di andata e ritorno, che si è aggiudicatol’Asp Città di Piacenza, seguita da Fondazione Lucca di Fiorenzuola e Assofa. Nella squadra campione militano Daveri, Feccia, De Petris, Rotatore, Vugliani, Cincotti, Gobbato, Taboni, Ferrandi, Scotti e Casella. Allenatore: Brunello Bonocore.

“Abbiamo creato una struttura che consente a questi ragazzi con disabilità intellettiva non solo di praticare sport, ma di vivere la competizione come momento di aggregazione – continua Franco Paratici –. Gli sport integrati, dove disabili e normodotati giocano fianco a fianco, sono in crescita e in via di sviluppo: vederli giocare assieme, nella stessa squadra, è il vero successo di questa iniziativa”.