Salone Skypass, l’onlus “Insieme si può” dona al CIP Emilia-Romagna due slittini per paraplegici

Lo sci di fondo in Emilia Romagna è per tutti. È questo il messaggio che il Comitato italiano paralimpico dell’Emilia-Romagna e la onlus modenese “Insieme si può” lanciano in occasione della 16° edizione di Skupass, il salone del turismo, degli sport invernali e del freestyle.
La kermesse modenese ha ospitato oggi la cerimonia di consegna di due slittini per lo sci di fondo. Gli slittini per paraplegici, attrezzature certificate che consentono lo sci di fondo alle persone diversamente abili grazie a un seggiolino fissato sopra gli sci, sono il dono della onlus modenese “Insieme si può”, impegnata nella promozione dello sport per le persone diversamente abili.

Obiettivo della donazione è quello di promuovere la pratica dello sci di fondo per disabili nella nostra regione, dove il CIP Emilia-Romagna, con più di 80 società sportive e 10 istituti scolastici affiliati e oltre 1700 atleti tesserati, si occupa di garantire la possibilità a tutti di praticare l’attività sportiva ad ogni livello, amatoriale, agonistica o di alto livello.

“La promozione dello sci di fondo è molto importante per il nostro territorio”, ha ricordato il Presidente CIP Emilia Romagna Gianni Scotti “soprattutto tra i giovani, che tanto ci hanno dimostrato l’anno scorso e che tanto ci daranno il prossimo anno a Vancouver”.

Hanno voluto testimoniare l’importanza dell’evento tre testimonial di eccezione: la campionessa del mondo di fondo Arianna Follis, che in segno di augurio ha voluto donare i propri sci di Torino 2006, e i due atleti che hanno gareggiato alle Paraolimpiadi di Pechino 2008, la nuotatrice modenese Cecilia Camellini, oro agli europei disputati in Islanda la settimana scorsa, e l’arciere reggiano Fabio Azzolini.gli atleti Arianna Follis, Cecilia Camellini e Fabio Azzolini

Alla cerimonia, cui hanno preso parte oltre ai tre campioni mondiali, anche l’assessore provinciale allo Sport, esponenti della Onlus “Insieme si può”, del Comitato italiano paralimpico e la stazione sciistica di Frassinoro, ha fatto seguito una dimostrazione dell’utilizzo degli slittini.

 

Inoltre ieri, venerdì 30 ottobre, Silvia Parente plurimedagliata atleta paralimpica di sci, insieme ad Antonio Rossi campione olimpico di canoa, hanno fatto da testimonial alla presentazione della squadra di 4 ragazzi disabili dello Sci Club di Fanano 2001. Questi 4 ragazzi, di cui 3 non vedenti e un disabile fisico, già dallo scorso anno si stanno preparando per la stagione agonistica di sci alpino 2009/2010 e gareggeranno nelle competizioni più prestigiose promuovendo lo sci senza barriera in Emilia Romagna e sul bellissimo comprensorio di Modena.
Una prova dello slittino
A cura dell’Ufficio Stampa CIP (Comitato Italiano Paralimpico) Emilia-Romagna

ciper.comunica@gmail.com