Settimana di avviamento agli sport invernali: “Arrivederci all’anno prossimo”

“Un evento sempre più gratificante e coinvolgente”: con queste parole Teresa Padovan, presidente dello Sci clup Paralimpic Fanano, saluta la settimana di avviamento agli sport invernali per disabili che si è chiusa lo scorso 2 marzo. Quaranta gli atleti disabili provenienti da tutta la penisola e di tutte le età a partire dai 6 anni, che si sono cimentati con lo sci alpino e nordico, con lo snowboard e il pattinaggio sul ghiaccio tra le piste del Cimoncino, il passo del Lupo e il Palaghiaccio di Fanano.

“Questa edizione ha registrato un record di presenze, eravamo veramente in tanti, con molti bambini dai 5 ai 10 anni, che sono quelli che ci premono di più – aggiunge Teresa Padovan –. Per questo motivo gli sforzi organizzativi sono stati ingenti, ma con il consueto aiuto di volontari civili e di tutte le forze dell’ordine (corpo forestale, carabinieri, protezione civile e vigili), tutto è filato liscio e con piena soddisfazione di partecipanti”.

Da parte sua, lo Sci club Paralimpic Fanano, promotore dell’iniziativa, si è impegnato per assicurare a tutti i partecipanti una piacevole settimana di svago, non trascurando, però, il vero obiettivo: l’apprendimento e il consolidamento degli sport invernali, in questi giorni celebrati alle Paralimpiadi di Sochi, dove lo Sci club Paralimpic Fanano ha in gara due suoi atleti: gli snowboarder Luca Righetti e Giuseppe Comunale.

“Ma al di là di sport, prestazioni e allenamenti, che già di per sé a volte sono un vero miracolo date le varie disabilità, in particolare la cecità – continua la presidente –, il vero grosso risultato della settimana è stata l’integrazione dei ragazzi e una socialità premiante e condivisa che purtroppo, molto spesso, non è parte della loro quotidianità”.

La settimana di avviamento agli sport invernali per disabili è stata organizzata grazie all’apporto di Lions Club Reggiana Calcestruzzi, Comune di Fanano (“Che è stato tradizionalmente prodigo di aiuti tangibili” sottolinea Teresa Padovan), amministrazione comunale di Sestola (“Ha straordinariamente consentito di impiantare a bordo piste una casetta ‘confort’ per i praticanti del monosci”) e alle scuole di sci del Cimone (“Con i loro maestri hanno seguito i praticanti dello sci alpino”).