“Sport makes it”, a Bologna una mostra su arrampicata e disabilità

Lo sport lo rende possibile. Rende possibile stare in forma, stare bene con se stessi e con gli altri. Rende possibile trovare nuovi obiettivi e superare traguardi che sembravano irraggiungibili. Lo sport rende possibile o, per dirla all’inglese, “Sport makes it”, come si intitola la mostra fotografica organizzata dalla Fondazione per lo sport Silvia Rinaldi a Bologna presso lo Studio Architettura (via Solferino 19). Inaugurazione sabato 12 dicembre alle ore 18.00 alla presenza dell’assessore Cultura e rapporti con l’Università del Comune di Bologna, Davide Conte.

I protagonisti di “Sport makes it” sono i ritratti e le parole di bambini e ragazzi con disabilità che hanno intrapreso un percorso sportivo dove il talento, spesso inesplorato, si dispiega attraverso traiettorie e soluzioni non convenzionali. Filo conduttore delle fotografie, realizzate dal fotoreporter romagnolo Filippo Bacciocchi, è l’arrampicata sportiva.

“L’arrampicata –sottolineano dalla Fondazione – è uno sport dalle caratteristiche straordinarie, in cui il movimento istintivo che riprende i gesti con i quali l’uomo scopre orizzonti nuovi racchiude in sé una magia che ogni volta sorprende. I giovani ne rimangono immediatamente affascinati: arrampicare rafforza il fisico e la stima in se stessi, insegna a confrontarsi con le proprie paure e i propri limiti, sperimentando abilità e soluzioni personali a problemi generali”.

La mostra “Sport makes it” è organizzata con il contributo della Fondazione Prosolidar. Chi volesse partecipare all’inaugurazione è pregato di comunicarlo, inviando un’e-mail a info@fondazioneperlosport.it.