Sport per tutti, finanziamento della Regione Emilia-Romagna

C’è anche il Comitato paralimpico tra i vincitori di un bando della Regione Emilia-Romagna a sostegno delle attività sportive in grado di migliorare il benessere fisico, psichico e sociale. Con la deliberazione 1741 dello scorso 24 ottobre la Giunta regionale ha infatti stanziato 20mila euro al Cip Emilia-Romagna per la realizzazione del progetto “Corpo, mente e salute attraverso lo sport”.

“Con il progetto – spiega la presidente del Cip Emilia-Romagna, Melissa Milani – vogliamo portare all’interno delle società sportive più accoglienti i giovani con disabilità tra gli 11 e i 18 anni. Un nostro consulente paralimpico si confronterà con le famiglie e i medici per far conoscere, anche al di fuori del mondo scolastico, qual è l’offerta di sport per tutti sul nostro territorio regionale”.

“Lo sport – aggiunge il sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale, Andrea Rossi – è un punto di forza per l’educazione, la salute e il benessere psico-fisico di chi lo pratica. Per tutti questi motivi abbiamo deciso di sostenerlo con risorse della Regione che vogliono essere anche un ringraziamento concreto per l’impegno che i tanti volontari e appassionati mettono giorno dopo giorno all’interno delle tante realtà sportive presenti in Emilia-Romagna”.

Ammontano a 1,268 milioni le risorse messe a disposizione nel corso del 2016 dalla Regione Emilia-Romagna, con tre diverse delibere, per sostenere 115 progetti in tutte le province tra manifestazioni, tornei e attività degli enti e associazioni di promozione sportiva. A questi si aggiunge il milione di euro concesso sempre nel 2016 per il ripristino di impianti danneggiati da eventi meteorologici, mentre sono in corso di assegnazione i contributi per 100mila euro finalizzati a sensibilizzare gli operatori sportivi sulle attività da svolgere per la tutela della salute di praticanti e spettatori, a partire dall’utilizzo di defibrillatori.

Dall’inizio della legislatura la Giunta ha investito complessivamente 11 milioni di euro per l’ampliamento e la costruzione di nuovi impianti, l’organizzazione di eventi, il sostegno alle associazioni per la pratica sportiva e, appunto, il ripristino di strutture sportive danneggiate dal maltempo.