Tiro con l’arco, Oscar De Pellegrin a Montecatone e al Centro protesi

Un’occasione per conoscere da vicino un atleta di punta della Nazionale azzurra e saperne di più sul tiro con l’arco. Giovedì 18 giugno, doppio appuntamento con il campione paralimpico Oscar De Pellegrin e la presidente del CIP Emilia-Romagna Melissa Milani, che insieme visiteranno due strutture di eccellenza nel campo della riabilitazione e della protesica.

Si inizia alle 14.30 con l’incontro con i pazienti e dirigenti dell’istituto di Montecatone, seguito, alle 16.00, da un passaggio su Radio Montecatone. Alle 17.00, infine, tappa al Centro protesi Inail di Vigorso di Budrio.

Bellunese, classe 1963, a 21 anni Oscar De Pellegrin è diventato paraplegico dopo un infortunio sul lavoro: è finito sotto il trattore che stava guidando, procurandosi una lesione midollare. Sei mesi dopo l’incidente, ha cominciato la sua nuova vita da sportivo, che l’ha portato a partecipare a quattro Paralimpiadi, conquistando due ori (individuale e a squadre) nel tiro con l’arco e due bronzi nella carabina, sua altra specialità. Alle ultime Paralimpiadi di Londra è stato il portabandiera dell’Italia.