Cari amici, ho il piacere di comunicarvi che lo Stato Italiano, con Legge 189/2003 e successivo Decreto Attuativo, ha sancito la nascita del Comitato Italiano Paralimpico (C.I.P.), sotto la vigilanza del Ministero dei Beni Culturali, che ha già approvato lo Statuto.
Il nuovo Comitato Italiano Paralimpico intratterrà rapporti con il C.O.N.I. solo per quanto concerne l’organizzazione delle Paralimpiadi e l’Alto Livello, mentre per altre manifestazioni e livelli resterà un organismo autonomo.
Verranno accolte all’interno del C.I.P. alcune Federazioni che già operano con i disabili e si cercherà di stipulare convenzioni con gli Enti di Promozione Sportiva.
In campo nazionale sono stati formati 9 dipartimenti: 8 riferiti ad una disciplina specifica o a gruppi di discipline ed un dipartimento – il n. 9 – che è stato dedicato totalmente al settore DIR-P (Disabilità Intellettiva e Relazionale- Promozionale). Per quanto riguarda l’Organo Territoriale, i compiti fondamentali rimangono, la promozione, la formazione, la divulgazione dello sport per disabili; questi avranno però probabilmente maggior autonomia dalla sede centrale rispetto al passato, con modalità ancora da definire.
La struttura del Comitato Regionale è rimasta fondamentalmente la stessa.
Per quanto riguarda la nostra regione,I componenti del Consiglio sono stati eletti durante l’assemblea di Gennaio. Ciascuno di loro è referente per una o più discipline sportive e lavora quindi a stretto contatto con il tecnico regionale di riferimento.
In riferimento alla promozione, ci sono in programma maggiori interventi sui centri di riabilitazione. Altro importante obiettivo è anche quello di rafforzare i rapporti con gli Enti di Promozione sportiva del territorio, al fine di procedere con progetti comuni sulla base di intenti condivisi. Abbiamo in programma un nuovo progetto-scuole data la positività delle esperienze precedenti. Partiremo anche con gruppi sportivi scolastici per i ragazzi disabili perchè è fondamentale che i giovani possano conoscere lo sport e praticarlo, cominciando dagli ambienti da loro frequentati. Cercheremo inoltre di rafforzare i contatti con i mezzi di informazione sia locali che regionali attraverso l’addetto stampa reclutato tra i collaboratori, in modo da dare risonanza agli avvenimenti più importanti.
Nel settore della formazione, verranno istituiti nuovi corsi per istruttori tecnici in varie discipline al fine di preparare operatori specializzati.
Nonostante il gran numero di tecnici con brevetto presenti in regione, abbiamo costatato la necessità di nuove persone preparate a seguire e a far crescere i nostri atleti. Per quanto riguarda la divulgazione, l’obiettivo ambizioso che ci si è prefissi è quello di far sì che le varie entità che operano già con disabili nel territorio regionale entrino a far parte del nostro movimento sportivo. Riprenderanno, su nuove basi, i contatti con le Facoltà di Scienze Motorie per far sì che la collaborazione non solo continui, ma venga rafforzata.

Siamo come sempre a completa disposizione delle società, per chiarimenti, comunicazioni e per tutto quanto possa servire a migliorare il nostro movimento sportivo. Gli orari di apertura della sede del Comitato sono i seguenti: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00 per comunicazioni urgenti potete sempre contattarmi al cellulare al n. 335.309421

con la speranza che il nuovo quadriennio ci veda tutti impegnati a far crescere il nostro movimento sportivo.

Cari saluti
il Presidente Regionale, Gianni Scotti

indietro  


Torna all' Home Piacenza